domenica 21 dicembre 2014

Torta Caprese golosissima


Vi confesso di aver scoperto questo dolce da pochissimi anni, mi ha entusiasmata subito, ho chiesto la ricetta alla persona che lo aveva portato in ufficio, mi disse che lo aveva fatto la moglie e che era complicato.
Delusa ho accantonato l'idea di farla....... la mia curiosità non mi dava pace, così mi sono messa alla ricerca della ricetta....
Inizio con il cercare le origini: ".....Fu così che nel 1920, in un laboratorio artigianale dell’Isola di Capri, un cuoco di nome Carmine di Fiore “creò” involontariamente il golosissimo capolavoro dell’arte dolciaria partenopea : la torta caprese. Si narra che il cuoco fosse solo nel suo piccolo “regno” culinario, circondato dai suoi utensili, ingredienti e fosse impegnato con estrema cura nella preparazione di una torta alle mandorle ....." (estrapolato da Vesuvio Live) continuate a leggere lì la storia.

ora la ricetta presa da Misya, ne ho provate altre, questa è quella che preferisco in assoluto, una piccola modifica, nella mia ho ridotto il quantitativo di burro.

gr. 140 di cioccolato fondente 
gr. 75 di burro 
gr. 130 di zucchero
gr. 150 di mandorle spellate
3 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 noce di burro
cacao amaro q.b.
zucchero a velo per guarnire (facoltativo)

Alcuni suggerimenti: se non trovate le mandorle spellate, prendete un pentolino con un poco di acqua, mettete le mandorle nel pentolino e portate ad ebollizione per un paio di minuti, in questo modo sarà facilissimo spellarle.
Tostare le mandorle o in forno o su una padella senza aggiunta di nulla, una volta fredde, metterle nel mixer e ridurle in polvere.
In un tegame sciogliere (a bagno maria, io preferisco, si evita di bruciare la cioccolata) la cioccolata insieme al burro e allo zucchero.
Far raffreddare, per velocizzare possiamo riempire un pochino con acqua freddissima il lavandino immergendosi il tegame con la cioccolata.
Mentre si fredda il composto, dividiamo i tuorli dagli albumi.
Prendiamo il tegame con il cioccolato e incorporiamo i tuorli uno alla volta. Montare a neve gli albumi, aggiungere gli albumi montati a neve poco alla volta, al composto, lentamente, mescolando dal basso verso l'alto.
Imburrare uno teglia, spolverizzarla con il cacao amaro, versare il composto nella teglia, infornare a 180° per 35/40 minuti, fate sempre la prova stecchino.

Togliere dal forno e far raffreddare, una volta freddo potete toglierlo dalla teglia e se gradite spolverizzare di zucchero a velo.

E' un dolce delicatissimo e va mangiato con il cucchiaio è molto friabile, inoltre è un dolce adatto ai celiaci perchè non contiene farine di nessun genere, in questo caso, se il vostro ospite fosse celiaco, vi consiglio di evitare lo zucchero a velo che potrebbe contenere farina.

gradite una fetta?


Nessun commento:

Posta un commento

Ti ringrazio, ogni pensiero è gradito.