sabato 21 gennaio 2017

Angelica con la zucca e la nutella

Quando ho letto gli ingredienti di questa ricetta, mi sono ditta "come sarà?..... proviamola".


La zucca è un alimento che si presta a molte interpretazioni, ricordo mia madre, con la zucca ci fece la marmellata e ogni volta che farciva una crostata con questa marmellata, tutti rimanevano stupiti dal gusto.

Questo impasto è a lenta lievitazione, ci vogliono solo 2 gr di lievito di birra, i tempi per prepararla sono lunghi, il lavoro poco ;)
Ho preparato l'impasto la sera, una notte in frigo, tolto dal frigo lievitazione e poi cottura in fornetto versilia.


Per chi vuole vedere la ricetta originale la trovate nel Blog di Cuore.

gr. 165 di zucca cotta al vapore
gr .250 di farina manitoba
gr. 250 di farina 0
gr. 2 di lievito di birra (ho usato quelle secco)
gr. 55 di zucchero di canna
gr. 180 di latte (nella ricetta originale  60 e 2 uova)
gr. 5 di sale
gr. 70 di burro freddo
nutella q.b.

Ridurre in purea la zucca, sciogliere il lievito di birra nel latte, disporre tutti gli ingredienti in una ciotola dai bordi alti, grattuggiare il burro freddo, amalgamare tutto, l'impasto deve risultare sodo e lavorabile.
Oppure potete usare la macchina del pane, inserendo prima gli ingredienti liquidi, poi i solidi programma impasto (quello che ho fatto io).
Disponete l'impasto in una ciotola infarinata e copritelo con un foglio di pellicola a contatto, lasciare lievitare 3 ore a temperatura ambiente, poi trasferirlo nel frigo a maturare per tutta la notte.
La mattina, tirate fuori l'impasto e lasciatelo lievitare fino al raddoppio, oppure metterlo nel forno con la luce accesa.
Imburrate e infarinate la pentola fornetto versilia.
Infarinare un piano di lavoro e lasciare cadere l'impasto, lentamente lavoratelo sgonfiare l'impasto e formate un rettangolo. Spalmare la Nutella su tutta la superficie, arrotolare su se stesso l'impasto, con un coltello affilato dividete a metà per il senso della lunghezza il cilindo che avete appena formato facendo attenzione a lasciare una piccola parte intera, poi alternate le due parti creando un torciglione.
Mettere l'angelica dentro il fornetto unendo le estremità, lasciare lievitare ancora fino al raddoppio, se preferite spennellate di latte la superficie.
Prima di cucinare l'angelica, far scaldare lo spargifiamma del fornetto.
Io uso il fuoco piccolo quello per il caffè,  una volta scaldato lo spargifiamma, ci poggio sopra il fornetto, lascio andare per 10 minuti a fuoco vivo, poi abbasso totalmente la fiamma e lascio cuocere per altri 60 minuti, non aprendo mai il coperchio.
Prova stecchino direttamente dai fori del coperchio, se esce asciutto è pronto.
Spengo, lascio raffreddare e poi trasferisco sul piatto.
Buon appettito.

N.B.
Io ho variato pochissimo la ricetta originale, andate sul blog "Il cuore" per leggerla e vedere le immaggini della lavorazione.



1 commento:

  1. ha un aspetto invitante , devo provare a farla !!!
    Maela

    RispondiElimina

Ti ringrazio, ogni pensiero è gradito.